Questo sito utilizza cookie tecnici o di terze parti per agevolare la navigazione al proprio interno.

Cliccando su "Accetto", acconsenti al loro utilizzo. Se vuoi saperne di più clicca su "Maggiori informazioni"

Il progetto di colloquio fra ILL SBN e ILL2

Obiettivo: realizzare l’interoperabilità fra il Servizio ILL SBN e Aleph500 sulla base dello standard ISO ILL

 

 

Obiettivo: realizzare l’interoperabilità fra il Servizio ILL SBN e Aleph500 sulla base dello standard ISO ILL

 

 

La conclusione del progetto

   

Accordo per ILL-SBN;

pdfAccordo_ILL-SBN.pdf

 

Protocollo d’intesa firmato da ICCU e ITALE

zipProtocollo di intesa ILL-SBN.zip 

 

 

Requisiti per il colloquio in modalità ISO-ILL

pdfIILL-SBN Allegato tecnico.pdf

 

 

Richiesta di adesione - da compilare ed inviare a  ILL-SBN e Itale

Scheda di adesione a ILL-SBN.doc

 

 

Il progetto

 

 

 

Il progetto di colloquio ILL SBN

Gruppo di studio

Analisi e fasi di attuazione del Progetto

Soluzione tecnica e aggiornamento architettura di ILL SBN

Requisiti in Aleph

Architettura e modalità del colloquio

Documentazione

 

                                            

 

Il progetto ILL SBN

Nella giornata di studio ILL SBN nella prospettiva di un Servizio nazionale di prestito interbibliotecario e fornitura documenti, Roma Biblioteca nazionale centrale, 12.12.2007 si è tenuta la presentazione di ILL SBN, il servizio cooperativo in  linea per la gestione del prestito interbibliotecario e la fornitura dei documenti, rivolto ai bibliotecari e agli utenti finali, in grado di integrarsi con le realtà esistenti a livello territoriale.

In tale occasione Liliana Bernardis, presidente ITALE, nel suo intervento L’implementazione del protocollo ISO ILL in circuiti non SBN, ha esposto le caratteristiche tecniche delle versioni ILL2 di Aleph500 e manifestato la disponibilità dell’Associazione a testare il colloquio tra ILL-SBN e ILL2  al fine di favorire l’adesione della comunità delle istituzioni ITALE al Servizio nazionale ILL SBN (http://www.iccu.sbn.it/opencms/export/sites/iccu/documenti/Bernardis121207.pdf) .

 

ILL SBN gestisce il colloquio attraverso una procedura accessibile a tutti gratuitamente su web, utilizzando i messaggi necessari a gestire una transazione di prestito interbibliotecario e fornitura documenti; registra i dati relativi alla gestione delle richieste,  i dati anagrafici e il ruolo delle biblioteche partner, la tipologia dei servizi forniti e i rimborsi spese; può integrarsi con i cataloghi bibliografici italiani ed esteri, colloquiare con i sistemi locali di gestione dei servizi e interoperare con altri sistemi ILL italiani ed esteri e con i sistemi di fornitura documenti.

Integrazioni realizzate:

- con il catalogo SBN (http://www.internetculturale.it/moduli/opac/opac.jsp)

- con il catalogo collettivo nazionale dei periodici ACNP (http://acnp.cib.unibo.it/)

- con il catalogo collettivo di spogli di periodici ESSPER http://www.biblio.liuc.it/essper/spoglio.htm)

Formalizzazione della partecipazione delle biblioteche a ILL SBN e certificazione software

La biblioteca o il Sistema Bibliotecario, iscritti all’Anagrafe delle Biblioteche, e interessati a partecipare alla rete ILL SBN, dovranno predisporre una scheda informativa con i propri dati che sarà pubblicata sul portale Internet Culturale (Biblioteche che partecipano al servizio ILL SBN).

Il nuovo disegno che assumerà la rete nazionale di prestito richiederà la revisione degli attuali profili e modalità di adesione.

 

Gruppo di studio

Daniele Nottegar - Ex Libris Italy

Antonella Cossu - ICCU

Luca Lelli - Inera srl

Daniela Saccomandi - Data Management

Luisella Consumi - Università degli Studi di Firenze

Liliana Bernardis - Università degli Studi di Udine

Caterina Colombo - Università degli Studi di Udine

Annalisa Bardelli - Università degli Studi di Milano-Bicocca

Ornella Salvioni - ICCU

Il Gruppo svolge compiti di analisi e test delle attività necessarie per realizzare il colloquio tra il servizio ILL SBN e le procedure di gestione del prestito interbibliotecario in ALEPH500. Gli oneri dello sviluppo sono a carico dell’ICCU che ne ha affidato la realizzazione alla società Inera e a Data Management

Disponibilità del prototipo: a partire da settembre 2012

Istituzioni ITALE che hanno avviato la sperimentazione:

- Università degli studi di Firenze

- Università degli studi di Udine

- Università degli studi di Bergamo

 

Analisi e fasi di attuazione

Avvio dei lavori da parte dei partner del progetto: negli incontri  di Roma (3 aprile e 30 luglio 2008) e di Firenze (14 ottobre 2008) in cui vengono poste le basi per il progetto di interoperabilità con la messa a punto delle specifiche.

Obiettivi prioritari individuati:

-          estendere la conformità del sistema ILL SBN al protocollo ISO realizzando tutte le PDU (Protocol Data Unit) previste;

-           potenziare l’OPAC SBN per gestire le richieste anche verso sistemi esterni al circuito ILL SBN

 

Soluzione tecnica e aggiornamento architetturadi ILL SBN

realizzazione di un gateway tra il sistema ILL SBN e i sistemi ISO  ILL esterni: l’architettura finale prevede che l’applicazione OPAC Indice SBN sia in grado di attivare (e di rispondere a ) richieste di prestito verso server remoti interrogabili ( e richiedenti) tramite z39.50

Una componente nuova (il gateway) implementa sia i servizi previsti dal protocollo ISO ILL che le funzioni di codifica dei messaggi (da xml di ILL SBN a ASN.1 BER e viceversa). La componente gateway (che si configura come applicazione Java) è  allocata sul server che ospita il sistema OPAC SBN Indice.

Per il nuovo software dedicato al colloquio tra ILL SBN e sistemi esterni in modalità ISO-ILL  l’ICCU provvederà a richiedere la certificazione.

 

Requisiti in Aleph

In ILL2 dovranno essere presenti i partner (sia le unità interne che  le unità esterne appartenenti alla rete ILL SBN) destinati a comunicare via ISO-ILL. I partner esterni dovranno essere presenti anche nel modulo CIR per la gestione delle richieste in entrata.

Codifica degli ID e simboli dell’istituzione (sulla base dei codici presenti nell’Anagrafe delle Biblioteche Italiane ) devono essere inseritinei record partner del modulo ILL2  

Definizione in alephe del target z39.50 corrispondente all’OPAC SBN.

 

Architettura e modalità del colloquio

- Scenario 1:

  Il sistema ILL SBN invia un messaggio ad un sistema remoto (NON SBN)

  Il gateway riceve in questo caso da ILL SBN la ILL PDU, in formato xml, contenente anche l’informazione necessaria per indirizzare correttamente il messaggio al destinatario.

  Quindi: 

            codifica il messaggio xml in formato ASN.1/BER

            invia la PDU BER al destinatario

- Scenario 2:

  Il sistema ILL SBN riceve un messaggio da un sistema remoto (NON SBN)

  Il gateway:

            decodifica in xml la PDU arrivata dal formato ASN.1/BER

            invia via http il messaggio xml al server ILL SBN

 

Dal client ALEPH

  • L’operatore ricerca il titolo di interesse nella base z39.50 dell’OPAC SBN
  • Il sistema ILL SBN restituisce, con la risposta, l’elenco delle biblioteche che possiedono l’opera. Ciascuna biblioteca è identificata da due sigle: quella dell’Anagrafe e quella dell’OPAC locale
  • L’operatore sceglie, in base alla propria rete di comunicazioni, la biblioteca alla quale inviare la richiesta ILL. Detta biblioteca dovrà già essere configurata come record partner ILL e figurare tra i fornitori potenziali associati ad un certo user STAFF
  • L’invio della richiesta e il colloquio fra biblioteca richiedente e fornitore avvengono in modalità ISO-ILL

 

Dal portale Internet culturale

  1. La ricerca viene effettuata o su un singolo OPAC (non SBN) o su un certo numero di cataloghi
  2. La richiesta viene gestita nella sezione prestito dall’operatore e inviata alla biblioteca ILL prescelta (per es. una biblioteca ALEPH)
  3. L’invio e il colloquio fra biblioteca richiedente e fornitore avvengono in modalità ISO-ILL.

Documentazione

 

Definizione dello standard ISO 10160:1997 Information and Documentation -Open Systems Interconnection - Interlibrary Loan Application Service Definition

Le funzioni previste da ILL SBN sono quelle definite dallo standard ISO ILL per il prestito interbibliotecario e contenute nel documento Service definition ISO 10160.

 

Giornata di studio ILL SBN nella prospettiva di un Servizio nazionale di prestito interbibliotecario e fornitura documenti, Roma Biblioteca nazionale centrale, 12.12.2007 (http://www.iccu.sbn.it/opencms/opencms/it/main/illsbn/pagina_353.html)

 

Liliana Bernardis, Il progetto di colloquio fra ILL SBN e ILL2, in Il cantiere ITALE: esperienze, progetti in corso, piani futuri, Firenze, Seminario ITALE, 11.12.2008

(http://www.itale.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14&Itemid=130)

Navigazione

Gruppi regionali e nazionali

mappa-mondo

Partners

logo-exlibris logo-igelu

Realizzato e ospitato da Logo B-Link B-Link srl